Valentino Valentini

PMI e transizione green: incontro con vice segretaria Ocse

Incontro con vice segretaria Ocse, focus PMI e transizione. "Per affrontare sfide globali serve approccio olistico"
Condividi:

Ho incontrato a Parigi, a margine della riunione ministeriale del Comitato OCSE sulle Pmi e l’imprenditoria, la vice segretaria generale dell’OCSE, Fabrizia La Pecorella e altri alti funzionari dell’organizzazione.

Al centro dei colloqui il tema delle materie prime critiche, delle PMI e della twin transition, sui quali l’OCSE ha prodotto diversi studi e analisi, a disposizione dei governi e delle imprese.

Per affrontare le sfide globali è necessario un approccio olistico, che ci permetta di affrontare i problemi da tutti i punti di vista Grazie alla presenza di funzionari altamente specializzati, l’OCSE è in grado di offrire contributi multidisciplinari, preziosi per orientare le scelte di policy dei suoi Stati Membri.

Esempio di collaborazione virtuosa dell’organizzazione con l’Italia sono lo studio “Closing the Digital Gap” realizzato in collaborazione con Mimit, ISTAT e banca d’Italia; la partecipazione del MIMIT al Quantifying Industrial Strategies; il rapporto OCSE “Boosting Evidence-based policy making in Italy” presentato nel giugno scorso alla presenza del ministro Adolfo Urso.

Per sostenere le PMI ad affrontare le sfide del futuro l’Ocse ritiene necessario un costante processo di upskilling and reskilling oltre che adeguati meccanismi di accesso al credito. In tale ambito l’OCSE ha invitato l’Italia ad aderire a un progetto che favorisce appunto l’upskilling del capitale umano impiegato nelle imprese, attraverso una crescente interconnessione tra mondo accademico e mondo industriale, oltre ad un progetto che coinvolge le banche di sviluppo e garantisce un migliore coordinamento delle loro iniziative.

Valentino Valentini, Vice Ministro delle Imprese e del Made in Italy

Vai alla pagina intera per vedere e inviare il modulo.

Exit mobile version